1917.org

Il sito della rivoluzione d'Ottobre

Narimanov

Nariman Narimanov Nariman Narimanov, pseudonimo di Nariman Kerbalai Najaf, nacque a Tiblisi il 2 aprile 1870 in una famiglia povera azerbaijana.
Ottenne un posto di insegnante nel villaggio di Gizel-Adjal, provincia di Tiflis, dove entr˛ in contatto con le dure condizioni di vita degli agricoltori. In seguito trov˛ lavoro in un ginnasio privato di Baku, dove fond˛ la prima biblioteca di libero accesso e un corridoio di lettura, che divennero il centro culturale della Transcaucasia.
All'etÓ di 32 anni entr˛ nel Dipartimento d Medicina dell'UniversitÓ di Novorossiysk.
Durante la rivoluzione del 1905 prese parte ai moti studenteschi di Odessa, in quello stesso anno aderý all'RSDRP (partito social-democratico russo del lavoro). Tornato a Baku guid˛ il Congresso degli Insegnanti Turchi Transcaucasici, che, sotto la sua influenza, adott˛ una risoluzione sull'autodeterminazione nazionale. Poco dopo Nariman Narimanov fu uno degli organizzatori del partito democratico socialista persiano Isheyun-Asheyun.
Per le sue attivitÓ politiche venne esiliato nell'Astrakan per cinque anni. Dopo la rivoluzione d'ottobre venne nominato presidente dell'organizzazione democratica sociale azerbaijana Hummet.
Nel 1920 Narimanov fu Presidente del Comitato rivoluzionario azerbaijano (Azrevkom) e successivamente Presidente del Consiglio di Commissari del popolo (Sovnarkom) della Repubblica sovietica dell'Azerbaijan.
Ad aprile ed a maggio 1922, partecip˛ alla Conferenza Genoese come membro della delegazione sovietica. In quell'anno prese l'incarico anche di presidente del Consiglio del sindacato della Federazione transcaucasica. Il 30 dicembre 1922, la prima sessione del comitato esecutivo centrale dell'URSS scelse Narimanov come uno dei quattro presidenti del comitato esecutivo centrale dell'URSS. Nell'aprile 1923, Narimanov fu candidato al comitato centrale del partito comunista russo.
Dopo essere stato in contrasto con Sergo Ordzhonikidze, Nariman Narimanov Ŕ morto a Mosca il 19 marzo 1925, in circostanze misteriose (ufficialmente per un attacco di cuore).
Narimanov tradusse in turco l'ispettore generale di Nikolai Gogol e scrisse numerose storie e romanzi, come Bhahadur e Sona(1896), inoltre fu autore della trilogia storica Nadir-shah (1899). Il pi¨ grande distretto di Baku, l'universitÓ di medicina dell'Azrbaijan e una stazione della metro di Baku portano ancora il suo nome. Narimanov era un convinto sostenitore del marxismo-leninismo ma anche un nazionalista moderato ed Ŕ considerato il precursore del "comunismo nazionale".
Per il carisma e la popolaritÓ acquisita nel suo paese venne soprannominato il "Lenin dell'est".